Pasta al forno

Ingredienti per 4 persone: 500g di pasta sedanini rigati, 2 bottiglie di passata di pomodoro, olio, formaggio pecorino romano grattugiato, una scamorza o treccia di mozzarella battuta.

Questo è un appuntamento speciale della rubrica. Gli articoli precedenti vi hanno dato uno spunto per un pranzo completo, alla fine dei tre piatti cercherò, con una puntata speciale (questa è la prima), di proporvi delle ricette un po’ più articolate.

Il piatto che vi propongo appartiene alla tradizione pugliese: la pasta al forno; per una gita fuori porta, per il pranzo della domenica, per un pranzo con gli amici al mare. D’estate o d’inverno, questa meravigliosa pietanza è sempre un’ottima soluzione.

Prima di tutto cuocete la passata di pomodoro, versandola in un tegame aggiungendo un po’ d’olio e una manciata di sale grosso. Cuocete la passata per un’ora circa, aggiungendo, di tanto in tanto un po’ d’acqua. Intanto preparate gli altri ingredienti, è importante che abbiate tutto a portata di mano.

Prendete il tegame nel quale cuocerete la pasta, rigorosamente di creta, questo tipo di materiale è ottimo per questi piatti, mantiene a lungo caldo il cibo all’interno, trattiene gli odori, i sapori e nel momento in cui comincerete ad usarla, volta per volta assumerà quell’aspetto vissuto, tipico di questo tipo di tegami. Un ricordo che ho sempre presente nella mia mente, legato a questo piatto e alla sua cottura, è quello di mia nonna, che portava, appena pronta, la teglia al forno vicino casa… tutto un altro sapore…altri tempi.

Tagliate a tocchetti piccoli la scamorza o la treccia, preparate il formaggio, l’olio.

Appena pronta la passata, in un tegame mettete abbondante acqua salata sul fuoco, appena bollirà versateci la pasta e cuocetela per un minuto circa, non di più. Scolatela e versatela in un recipiente, metteteci un filo d’olio e due mestoli di salsa, una spolverata di formaggio e mescolate. Prendete il tegame di creta e sul fondo metteteci un mestolo di passata, un filo d’olio e poco formaggio, versateci parte della pasta, ricordate che dovete fare almeno due strati. Adagiate sul primo strato parte della mozzarella, formaggio, la passata di pomodoro, che deve ricoprire il tutto e l’olio, versate la pasta rimanente e ripetete con lo stesso procedimento, fino ad esaurimento degli ingredienti. Alla fine, terminate ricoprendo con abbondante salsa e l’olio evo. Infornate in forno preriscaldato, ventilato a 220° per 30 minuti, vi accorgerete che la pasta è cotta, quando in superficie si formerà la crosta. Anzi se desiderate un sapore più rustico, accendete per qualche minuto il grill e vedrete che a tavola i vostri commensali faranno a gara per accaparrarsi tutti i maccheroncini abbrustoliti! Fate riposare fuori dal forno per qualche minuto e servite.

Ora, la ricetta che vi ho proposto è quella base, poi ognuno ci aggiunge quello che vuole, dalle polpettine di carne, alla mortadella, alle melanzane fritte, tutti questi ingredienti verranno introdotti tra gli strati, prima di ricoprire con altra pasta.

Ricordate, il segreto è la mozzarella che deve risultare filante e la salsa che deve rendere il piatto umido e mai secco.

Ci vuole allenamento per preparare una perfetta pasta al forno, ma quando arriverete alla perfezione, la soddisfazione sarà tanta, specialmente, quando in occasione di pranzi e pasquette, a voi e solo a voi sarà richiesto di preparare la mitica pasta al forno!

Questa settimana concludo la mia rubrica con due ringraziamenti a due persone care. Grazie a loro c’è stata la foto del piatto, la loro disponibilità e amicizia sono state fondamentali.

Grazie Franca, mi conosci da quando ero piccolissima, una persona costante, tenace, qualità grazie alle quali è stato possibile ricevere, “in extremis”, la cesta!

Grazie Giacomo, la nostra amicizia è cominciata da poco, ma già saltano agli occhi e al cuore la tua gentilezza e la tua massima disponibilità, che hanno trasformato un ramo di mandorlo in, all’ultimo momento, meravigliose fresie, tra l’altro il mio fiore preferito!

Grazie di cuore!