A tavola con Lisa Valastro

Buddy Valastro e sua moglie Lisa sono celebrità famose in tutto il mondo grazie al reality show “Il boss delle torte”, che racconta la storia della famiglia Valastro, emigrata dall’Italia alla volta di Hoboken, città famosa per aver dato i natali a Frank Sinatra, per essere diventata la seconda patria per circa 20.000 molfettesi emigrati negli USA negli anni 60 e per avere un’altissima presenza di giovani manager (grazie all’ottimo collegamento con Manhattan NY).

Ma soprattutto, Hoboken deve la sua fama alla pasticceria “Carlo’s Bakery” situata al 95 di Washington Street. Qui, Buddy, il pasticciere più famoso al mondo, crea i suoi capolavori in pasta di zucchero “aiutato” dai circa duecento dipendenti, artisti, pittori, architetti e designer dell’alta cucina, tutti a lavoro per fare della dolcezza un’opera d’arte.  Oggi ben 22 bakery’s hanno la firma di Buddy Valastro e sono oltre 100 milioni i telespettatori che seguono il suo reality, trasmesso dalle Tv di tutto il mondo.

Invece sua moglie Lisa Valastro, pugliese (nata Belgiovine da entrambi genitori, sia Gloria che Mauro sono di Molfetta ) e multitasking come solo le donne sanno essere, si applica al ruolo di coprotagonista del reality show, di mamma, moglie, chef e…di ambasciatrice della cucina made in Italy negli Stati Uniti e nel mondo.

Infatti i suoi tutorial, disponibili su youtube, twitter ed instagram propongono le ricette tipiche del nostro territorio per preparare le polpette, la salsa fresca, o le bruschette. Il tutto viene rivisitato ed adattato alla cucina USA.

Il suo, in realtà, è un percorso di avvicinamento e scoperta delle eccellenze dei nostri prodotti, un viaggio nella qualità e nella varietà delle nostre tradizioni.

Con Lisa abbiamo chiacchierato di cucina e “sapori” della nostra terra

DMS: Potresti parlarci della tua cucina? Come è nata la tua passione e quali sono le sue fonti di

ispirazione?

LV: La mia passione per la cucina è nata dalla mamma, L’ispirazione mi è venuta guardando come lei preparava i suoi manicaretti mescolando insieme sapori diversi. Io ho voluto aggiungerci la mia personalità e la mia voglia di sperimentare inventando ricette semplici ma molto raffinate.

DMS: Sei di origini pugliesi. Hai l’abitudine di cucinare con i sapori della tua terra? Se é cosi, come?

LV: Uso tutti gli ingredienti freschi durante la cottura, proprio come fa mia madre.

DMS: Mangiare è un assaggio, una fonte di sorpresa e divertimento per chi assaggia. Ma quanta tecnica e quanta ricerca dietro ogni piatto? Quale è più importante, lo studio o l’idea?

LV:  Per me cucinare non è una scienza, è piuttosto qualcosa che viene dal cuore, serve la conoscenza di quali sapori abbinare. L’idea è più importante per me, è così che preparo i miei piatti.

DMS: Se dico Italia e Puglia, qual è il primo riferimento gastronomico che ti viene in mente? Il primo aroma? Il primo assaggio?

LV:  Le prime cose che mi vengono in mente sono l’aroma di pasta fresca ed il profumo di pomodori freschi.

DMS: In cosa differisce il “gusto USA” da quello italiano e pugliese, in particolare?

LV: Quando gli ingredienti vengono coltivati in regioni diverse come un pomodoro, il sapore e il gusto possono essere completamente diversi.

DMS: Ti viene chiesto di “cucinare” per un pranzo di nozze. Quale piatto consideri insostituibile?

LV: Ogni matrimonio italiano ha bisogno di un buon piatto di pasta e una buona torta.

DMS: Potresti dare una ricetta ai lettori di “domanimisposo”?

LV: pomodoro e aglio al forno, con spaghetti (vedi sotto)

A noi questi pomodori a stelle e strisce sono piaciuti molto, siamo certi che anche i nostri lettori apprezzeranno.

Quanto a Lisa, il nostro è un arrivederci in Puglia. Dopo il primo incontro a Molfetta organizzato nel 2016 dall’ Associazione Oll Muvi (quelli di I love Molfetta), è giunto il momento di un ritorno alle origini con tutta la famiglia al completo.

Noi, vi aspettiamo.

Antonio Marzano

 

pomodoro e aglio al forno, con spaghetti
ingredienti:

2200g di pomodori pelati, tagliati a strisce, dopo aver rimosso semi e polpa;

1 tazza di olio extravergine di oliva;

½ cucchiaino di origano in polvere;

5 spicchi d’aglio;

½ cucchiaino di pepe nero;

1 cucchiaino di sale;

500g di spaghetti;

prezzemolo fresco.

Ricetta:

Tagliare la parte superiore degli spicchi d’aglio e posizionarli su un foglio di alluminio;

Versare l’olio d’oliva sugli spicchi d’aglio disposti;

Sistemare una lamina di alluminio attorno all’aglio, così durante la cottura, il vapore interno ammorbidirà l’aglio;

Mettere in una pirofila per forno e arrostire per 2 ore a 350 gradi;

In una teglia, disporre i pomodori a fette e condire con olio d’oliva;

Aggiungere sale, pepe nero e origano;

Mescolare insieme, in modo da condire i pomodori;

Mettere in forno e arrostire per 2 ore a 350 gradi;

Dopo che l’aglio è arrostito e caramellato, togliere dal forno;

Spremere ogni testa d’aglio in una ciotola, schiacciando con la forchetta per formare una pasta;

In una pentola di salsa, aggiungere sale all’acqua e portare a ebollizione, aggiungendo la pasta;

Lessare la pasta per 7-10 minuti;

Quando la pasta ha quasi finito di bollire, togliere i pomodori dal forno;

Mescolare delicatamente la pasta d’aglio nei pomodori arrostiti e mescolare bene;

Scolare la pasta e aggiungere ai pomodori arrostiti;

Mescolare bene;

Guarnire con prezzemolo fresco.