Il BTM, Business Tourism Management, è uno degli eventi internazionali sul turismo diventato punto di riferimento in tutto il Sud Italia. L’edizione 2019 sarà la quinta e si terrà a Lecce, dal 28 febbraio al 2 marzo 2019.

In tre giorni, il Business Tourism Management metterà in comunicazione i principali attori del settore turistico buyer e seller, enti, esperti, operatori turistici, gestori di strutture ricettive e di società di servizi che si confronteranno sui temi più innovativi in ambito di comunicazione turistica, formazione, revenue management, digital marketing e social strategy.

Il mood della prossima edizione si esprime attraverso il claim “BTM, una buona idea”, che in questo caso si declina in una buona idea di Turismo autentico, esperienziale e sostenibile. Da cinque anni, BTM propone un modello di Turismo che viaggia su due binari: quello del turismo pugliese caratterizzato dall’unicità dei territori, la bellezza paesaggistica e architettonica, il turismo esperienziale e l’estensione della stagione turistica su tutto l’anno; quello del turismo promosso da BTM basato sui principi cardine di professionalità, formazione, alta qualità dei servizi, business, cultura, benessere e valorizzazione del territorio. Insomma un’idea positiva e sempre più qualificata.

Nella prestigiosa cornice del Castello Carlo V, quest’anno si parlerà anche del fenomeno del wedding tourism. Un fenomeno importante, un vero volano per il turismo del nostro paese, perchè a guadagnarci, ovviamente, non sono solo le strutture che ospitano le nozze o l’indotto circostante (fotografi, fioristi, wedding planners, ecc). È tutto il territorio a beneficiare di un soggiorno di persone che magari sostano anche solo 3-4 giorni, ma hanno una grande propensione all’acquisto.

I dati del destination wedding (estrapolati da uno degli studi più recenti realizzato dalla JFC società di consulenza turistica e marketing territoriale) danno l’idea dell’importanza di questo comparto: 7.147 matrimoni di stranieri in Italia nel 2017 per un fatturato complessivo di 385 milioni e 830 mila euro. Dati aumentati del 7% circa per il 2018. 336.232 arrivi, oltre 1,2 milioni di presenze turistiche, durata media del soggiorno in Italia di 8,4 giorni per gli sposi e di 3,5 giorni per gli invitati. È fondamentale anche conoscere la segmentazione di questa tendenza: i matrimoni di categoria standard sono il il 76,2%, con un fatturato aggregato diretto di circa 137 milioni di euro. Le nozze “luxury”, rappresentano il 19,4% del totale per un fatturato di 178 milioni di euro. Le “super luxury”, valgono circa 70 milioni di fatturato a fronte di una percentale del 4,4%.

Si parlerà di luxury wedding e di tanto altro alla BTM, con la stessa metodologia e professionalità che ha reso questa manifestazione, nel tempo, uno dei migliori eventi di settore per innovazione delle tematiche proposte.

Insomma un evento internazionale con un marchio riconoscibile e riconosciuto e che per la quinta edizione punta come sempre ad alzare l’asticella della qualità.

Una manifestazione imperdibile che noi di Domanimisposo proveremo a raccontarvi.

Tutte le info utili sono disponibili sul sito www.btmpuglia.it, i canali social seguiranno tutte le fasi organizzative e il racconto live, l’hashtag ufficiale dell’evento sarà #BTM2019.

Antonio Marzano