Bridal trends estate 2018

Spazio alle “mezze misure”: l’abito da sposa di stagione è “midi”, in stile anni 50.

Capita che, dopo tante sirene e principesse, l’abito lungo ti venga a noia.

Va bene la voglia di red carpet, l’eleganza del lungo è assodata, ma il fascino del midi non è da sottovalutare. Soprattutto rispetto al proliferare di cerimonie civili e di scelte sempre meno formali.

La gonna sotto il ginocchio è l’ideale per le spose che hanno voglia di leggerezza e comodità.

Impreziosita da pizzi o ricami, conferisce eleganza dall’allure un po’ vintage.

Del resto è uno stile che affonda le sue radici negli anni 50 e che di quell’epoca riporta inalterata l’idea del garbo e dell’eleganza sobria.

Chi preferisce uno stile più moderno, invece, potrà contare su tagli più minimalisti, modelli più semplici, declinati su tessuti più lisci.

Ma il midi non è per tutte.

Un’alternativa interessante è rappresentata dagli abiti in due pezzi. Una moda che incontra il favore soprattutto di quelle millennials che vogliono sentirsi alternative indossando capi pensati per essere utilizzati anche in occasioni diverse dalle propre nozze: gonne di forme differenti (ma anche inaspettatamente pantaloni) da abbinare a bluse, crop top o bustier per rompere gli schemi classici e con ferire alla sposa uno stile ogni volta diverso: romantico, bohemienne ma anche più tipicamente urban.

La scelta dell’abito si arricchisce spesso di contaminazioni casual o street style, che vanno a rendere unico ed estremamente personale l’outfit della sposa.

Il tutto reso più prezioso e adeguato all’occasione, da velo clutch o corona floreale.

Ma sempre più spesso abbinato a sneakers da indossare per sentirsi easy, leggere e pronte alla felicità.

annasole